MESSA COMUNITARIA DEL 27/10/2007 – 30° DOMENICA TEMPO ORDINARIO – ANNO C

Trascrizione dell’omelia dell’ultima messa comunitaria celebrata a Rimini da don Oreste.
Guardando la Parola di Dio oggi mi viene da collegarla a tre parole: simpatia, sintonia e sinfonia. Cos’è la Comunità Papa Giovanni? È una Comunità di gente simpatica perché è totalmente in simpatia con Cristo; è una Comunità di gente in sintonia per cui ha il sorriso sul volto perché il bene prevale sul male. Pensate a quando arrivano gli ultimi, i disperati, i carcerati e il tuo cuore è in sintonia con quello di Gesù e in ognuno di loro incontri Gesù e quindi viene fuori una Comunità che è una sinfonia, la sinfonia di Dio. Questa sinfonia si ripercuote sugli altri.

MESSA COMUNITARIA DEL 11/05/1991 – ASCENSIONE, ANNO B

L’ascensione è missione: «Andate e predicate». Le parole di Gesù: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi», sono rivolte ad ognuno di noi. Davvero il cristiano ha dentro di sé un mistero che chi non è cristiano non può capire; egli sa leggere i segni dei tempi, per cui vede cose che il mondo non vede. Oggi da noi la gente vuol vedere attraverso la condivisione che Dio è venuto, è qui in mezzo a noi. Questa è la nostra missione.

MESSA COMUNITARIA DEL 01/12/1984 – 1A DOMENICA DI AVVENTO, ANNO B

La triplice via dell’Avvento: l’umiltà, riconoscere il limite della nostra persona, la serena visione del nostro realtà; poi la contemplazione delle meraviglie che Dio ha operato dentro di noi; infine l’obbedienza ad un dono che è prima di noi e che fa cessare in noi quel modo di esistere da padroni che rovina tutta la storia umana. Riconciliandoci con noi stessi, scopriamo che non c’è un peccato del nostro fratello di cui noi non siamo responsabili e possiamo così riappropriarci dell’infinito di Dio.

MESSA COMUNITARIA DEL 19/02/1983 – 1° DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO C

Dobbiamo chiedere allo Spirito Santo che per ognuno di noi venga quel momento di crisi profonda e piena in cui sentiamo che al di fuori di Lui non abbiamo nessun altro nel quale possiamo essere salvi. È il momento in cui noi nasciamo veramente a Dio, è il momento della nostra conversione. Noi dobbiamo chiedere al Signore che venga quel momento in cui ci sia impedito di barare, di ingannare. La Quaresima è il segno che indica e contiene questa conversione, se siamo fedeli a quello che la Chiesa ci propone.

MESSA COMUNITARIA DEL 27/11/1982 – 1° DOMENICA DI AVVENTO – ANNO C

L’Avvento è quel periodo che ci immerge nell’attenzione a Cristo che viene e che ci richiede delle condizioni perché Cristo venga accolto da noi. È il periodo particolare della conversione a Lui, un momento stupendo di verità, un momento di grazia grande: è Dio che entra in noi. Convertirsi è fare comunione con Cristo, è decidere finalmente cosa si vuole essere; e le conseguenze della conversione sono il mondo stupendo di Dio.